12 Dic

Ancora incertezze sul calcolo del DSCR

Sebbene si possa condividere l’opportunità di considerare il flusso di cassa di rimborso del debito finanziario comprensivo degli oneri finanziari, come riportato anche dal Sole24Ore, ossia Quota Capitale + Interessi, nella descrizione del metodo del 1° approccio di calcolo dell’indicatore, il documento del CNDCEC, recita testualmente al par. 3.2.2 che, ai fini della determinazione del denominatore del rapporto DSCR: “Il rimborso è inteso come pagamento della quota capitale contrattualmente previsto per i successivi sei mesi”.

Si rimane in attesa delle determinazioni del Mise per definire i dettagli di calcolo dell’indicatore e fugare ogni dubbio.

 

sole

09 Gen

La Tesoreria: mai più la Cenerentola tra i settori aziendali

La gestione della Tesoreria Aziendale viene considerata come una “parte” dell’ufficio amministrazione, spesso subordinata ad altre attività operative ritenute principali, ma si tratta soltanto di una visione limitata che a volte contribuisce a complicare la situazione economica aziendale.

L’importanza della collaborazione interna

La necessità di dotare la propria azienda di fonti di finanziamento bastevoli ed adeguate è da sempre stato uno dei fondamenti della gestione finanziaria aziendale per sviluppare una strategia finanziaria efficace. In molti casi è proprio la mancanza di collaborazione, o meglio di interrelazione, tra i reparti interni che non ottimizza il modo di lavorare e il raggiungimento dei risultati previsti.

Per tali ragioni, la collaborazione ed il coordinamento tra i reparti è di fondamentale importanza per la gestione di una società. La Tesoreria dovrebbe avere una precisa visione e una conoscenza diretta di tutti i processi produttivi dell’azienda, quindi per una migliore gestione si dovrebbero conoscere tutti gli aspetti produttivi e commerciali.

Read More

20 Dic

Piccole e medie imprese: ottimizziamo la liquidità aziendale e la gestione finanziaria

Nelle PMI la gestione finanziaria, ma soprattutto l’analisi dei flussi di cassa e la previsione della liquidità aziendale, può essere considerato un punto cruciale per la crescita di un’attività commerciale. Esaminiamo gli aspetti principali e le contromisure da prendere per evitare gli errori di gestione più comuni.

Come per ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, la gestione della liquidità e dei flussi di cassa risulta essenziale per controllare e monitorare i fondi necessari a pianificare e gestire le attività strategiche e di business.

Negli ultimi anni, sono state proprio le PMI ad essere  maggiormente interessate da fenomeni di inefficace gestione finanziaria o, addirittura, dalla mancanza di qualunque strumento predittivo della liquidità aziendale. A questo proposito cerchiamo di capire quali sono gli errori più comuni che possono compromettere l’andamento finanziario delle PMI in termini di gestione della liquidità e previsione dei flussi di cassa.

Read More

16 Lug

Fluxus Software, la nostra idea di Treasury

prodotto-licenza

Il nostro progetto di creare un software di Tesoreria è divenuto realtà.

L’impegno principale è stato quello di mettere a fuoco tutte le esigenze dei nostri Clienti riscontrate nelle esperienze di lavoro degli ultimi anni e di sintetizzare, in un unico tool, tutte le soluzioni adottate.

Il risultato è stato quello di uno strumento completo, versatile ed efficace nella costruzione di scenari finanziari e nella selezione di quello più efficace o confacente alla realtà aziendale.

Read More

13 Apr

BONUS RICERCA e SVILUPPO 2015: IL MODELLO di CALCOLO in EXCEL

Il Credito di imposta per le attività di Ricerca e Sviluppo: modalità applicative e modello di calcolo in Excel

Rimandando alle normative vigenti l’approfondimento completo dei requisiti soggettivi ed oggettivi per la fruibilità del Bonus Ricerca, si vuole in questa sede fornire uno strumento valutativo circa la determinazione della misura agevolativa fruibile dal Bonus, così come modificato dalla Legge di Stabilità 2015, anche alla luce delle modalità applicative fornite dalla Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 5/E del 16 marzo 2016.

Si richiamano, quindi, per brevità di esposizione, le caratteristiche principali delle spese agevolabili e degli altri elementi salienti per il calcolo della importante agevolazione di natura tributaria che, rilevando per le sole spese sostenute per la Ricerca e lo Sviluppo competitivo, si auspica, possa fungere da volano per il consolidamento delle imprese che fanno del Made in Italy una precisa strategia di crescita.

Read More

01 Apr

RATING ADVISORY – PERCORSO FORMATIVO UNIVERSITA’ DI NAPOLI

Il Rating Advisory diviene un corso di specializzazione Universitaria

Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Napoli, riconoscendo la valenza della formazione in Rating Advisory, ha infatti sposato il progetto, iniziato dalla Commissione Finanza e Mercati Finanziari dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli e condiviso dall’Associazione Italiana Rating Advisory (AIRA), quest’ultima diretta promotrice insieme all’Ateneo partenopeo, di dare vita e sostenere il nuovissimo corso di specializzazione.

Il Corso si propone l’obiettivo di chiarire, approfondire, arricchire le conoscenze tecniche fondamentali specifiche, necessarie per affrontare la sempre più complessa attività professionale di Rating Advisory, che richiede una solida preparazione multidisciplinare integrata.

I nuovi vincoli operativi imposti dai criteri di Basilea richiedono, infatti, un’attenzione costante a tutti i fattori del rischio di credito che impattano sulla gestione delle imprese e sulle possibilità di accesso al credito.

Read More

15 Mar

Nuova Sabatini: un intervento per il Cash Flow Management

Nuova Sabatini: al via le nuove disposizioni

L’interesse per le agevolazioni finanziarie e/o tributarie è indiscutibile per chi si occupa di Gestione della Tesoreria. Le agevolazioni infatti impattano direttamente sul cash management poiché agli effetti economici generalmente prodotti si affiancano anche quelli di natura monetaria.

Per tali ragioni, Gestione Tesoreria ha inteso creare una sezione del proprio blog alla categoria delle Agevolazioni.

La prima agevolazione di cui tratteremo è la c.d. “Nuova Sabatini”, istituita dal d.l. n.69/2013 ma che richiama la ormai cinquantenne legge 1329 del 1965, attraverso cui le imprese riescono ad acquistare macchinari a tasso agevolato. Tecnicamente, il compratore ottiene un affidamento bancario da un Istituto di credito tra quelli convenzionati (qui l’elenco) con cui viene liquidato il fornitore. Il compratore rientra dell’affidamento ottenuto attraverso un piano di ammortamento della durata massima di 60 mesi e con rate a frequenza discrezionale.

Read More

11 Mar

La Tesoreria: una Area Strategica Aziendale

La Tesoreria, dal ruolo di comparsa a quello di protagonista.

Inserita organicamente tra le attività Amministrative, ad essa è stata per anni riconosciuta la mera contabilizzazione dei movimenti numerari dei conti “Cassa e Banche”.
A ben vedere, però, la Tesoreria misura, è il caso di dire, la bontà di altre scelte aziendali, in quanto queste ultime si traducono sempre e ineluttabilmente in flussi di cassa in entrata o in uscita, proprio quegli elementi di cui la Tesoreria si prende cura.
In periodi di prosperità della vita aziendale, quelli cioè caratterizzati da crescita dei volumi di produzione e da affermazione sui mercati di riferimento, la Tesoreria, o in altri termini gli aspetti monetari, non vengono adeguatamente presi in analisi, per lasciare il posto alle leve economiche e di marketing volte a massimizzare il profitto.

Read More

07 Mar

OIC 10 – Il Rendiconto Finanziario nei Principi contabili italiani

Ancora troppe volte si ritrova il concetto di poter valutare la bontà di una gestione guardando semplicemente al risultato economico di esercizio.

Una visione senza dubbio miope, per non dire pericolosa, delle performance aziendali.

Un significativo segnale di quanto alta sia invece l’importanza del profilo finanziario si è avuto con l’introduzione, in capo alle imprese tenute al deposito del bilancio di esercizio, dell’obbligo di compilazione del Rendiconto Finanziario, come previsto dal principio contabile OIC 10, elaborato a tal fine. 

Ma proprio la recente data di introduzione di tale fondamentale analisi andamentale delle variabili finanziarie del decorso esercizio lascia intendere quanto ancora sia poco diffusa la conoscenza, per non dire la elaborazione, di un Rendiconto Finanziario.

Read More

24 Feb

Il Nuovo sito di Gestione Tesoreria è online

Gestione Tesoreria si rinnova!

Grafica e struttura del sito sono tutte rinnovate così da offrire al nostro cliente un’esperienza di navigazione tutta nuova e utile.

Presto disponibili nel blog di Gestione Tesoreria articoli e riflessioni sul tema del Treasury e del Controllo di Gestione.